Cross Linking

Che cos’è il cross linking?

Il Cross-Linking Corneale (CXL), conosciuto anche come Terapia Fotodinamica, si è affermato negli ultimi anni come terapia di elezione in alcune patologie nell’uomo, in grado di evitare nella maggior parte dei casi il trapianto di cornea. Si tratta di un trattamento non invasivo, che consiste in un “rinforzo” della cornea ottenuto mediante l’effetto combinato della vitamina B2 e di raggi ultravioletti. Il cross-linking recentemente è stato introdotto nell’oftalmologia veterinaria ed utilizzato in molte malattie della cornea (es. bolle corneali, malattie profonde della cornea, ulcere corneali, ecc.)

cross linking

Come funziona il cross linking?

La riboflavina (Vit. B2), quando stimolata con luce UV a basso dosaggio, agisce da fotosensibilizzante aumentando i legami tra le fibre che costituiscono la cornea promuovendo la stabilità della stessa. Un altro vantaggio è quello di distruggere tutti i microorganismi (batteri, funghi ecc.) presenti a livello corneale, esclusivamente nell’area irradiata, sfruttando i radicali liberi prodotti. I risultati degli studi presenti in medicina umana ed ultimamente anche in veterinaria su cani, gatti e cavalli affetti dalle patologie sopraindicate sono molto promettenti.

È necessaria l’anestesia generale?

No, è un trattamento innovativo che può ovviare alla chirurgia, evitando quando è possibile in soggetti collaborativi un’anestesia generale, in quanto è sufficiente una sedazione. La ripresa è molto più veloce rispetto a quella chirurgica ed il collare Elisabetta viene indossato per pochi giorni.

Dovrò fare delle terapie dopo il trattamento?

Sì, verrà impostata una terapia a base di colliri che verranno progressivamente ridotti, a discrezione dell’oculista. Saranno necessari alcuni controlli dopo il trattamento.

adobe_24 scarica la scheda

Aggiungi ai preferiti : Permalink.

I commenti sono chiusi